“Cineburlesque” quando il cinema incontra il Burlesque

A Parma è arrivato il “Cineburlesque”, progetto ideato dalla performer di burlesque Betty Rose, già nota per aver ideato il Bon Ton Burlesque, uno stile che parte da una matrice prettamente italiana, ispirata al Teatro di Rivista, al quale aggiunge un tocco fiabesco e surreale, quasi da cartoon, un pò come il suo personaggio che ricorda infatti nelle movenze, nell’aspetto e nella gestualità il celebre personaggio del mondo dell’animazione Betty Boop.

Betty con cagnolino

Il Bon Ton Burlesque di Betty Rose ha da sempre dato ampio spazio alla mimica e alla gestualità delle artiste, elementi che si ritrovano come tratti distintivi dei filmati girati nel periodo del cinema muto, dove la particolare tecnica di recitazione portava a dare un enfasi quasi esagerata all’espressività facciale e all’azione corporea. Partendo da queste premesse è nato il “Cineburlesque” con l’intento di creare un percorso dove l’arte del burlesque incontra la magia del cinema, riportando alla luce usi e costumi di un tempo. Il Cineburlesque vuole essere un vero e proprio laboratorio di teatro all’interno del quale i partecipanti possono rafforzare le loro abilità nella mimica, stimolando inoltre la creazione e la caratterizzazione dei personaggi da interpretare.

Un’ esperienza unica, completa, dove gli allievi potranno non solo mettere alla prova le loro capacità nell’arte della mimica e della seduzione, ma anche mettersi in gioco; grazie al supporto dello staff, l’esperienza si concluderà con la creazione di tre cortometraggi ironici, “leggeri” e macchiettistichi, ispirati al cinema muto, che vedono come protagoniste le allieve come dive, in un incontro con il tempo senza fine. I cortometraggi saranno realizzati in modo da riflettere nel modo più fedele possibile il tratto caratteristico e distintivo delle vecchie pellicole in bianco e nero, ancora oggi ricche di fascino e seduzione: sarà quindi data grande attenzione alla scelta dei costumi, alle acconciature e al trucco, con una certa enfasi sulla mimica, senza dimenticare un uso sapiente delle scenografie e delle inquadrature.

Il percorso terminerà con un evento, nel corso del quale verranno proiettati i tre cortometraggi creati.

Per informazioni www.bettyrose.it

“Cineburlesque” quando il cinema incontra il Burlesque

Redazione
About The Author
-