IO SONO FUORI, TU SEI A POSTO?

Venerdì 27 Marzo 2015 il Centro Culturale Aldo Fabrizi di Roma ha ospitato lo spettacolo collettivo “IO SONO FUORI, TU SEI A POSTO?” facente parte del festival FUORI POSTO, giunto al suo terzo anno di vita, che quest’anno si è posto un nuovo obiettivo: coinvolgere il territorio con le scuole, i centri, i ragazzi per farli diventare protagonisti dello spettacolo.

I ragazzi e bambini allievi degli I.C. Gandhi, I.C. Perlasca e Istituto Sibilla Aleramo sono stati i protagonisti dello spettacolo, conclusione dei workshop di autonarrazione, clownerie e danceability® tenuti da FUORI POSTO da febbraio ad Aprile 2015 nelle scuole del territorio del IV Municipio.

11072932_1023867494294849_7068534013044628811_n

“A tutti gli artisti in scena, ai conduttori e ai ragazzi dei workshop abbiamo voluto lanciare una provocazione, che è anche il tema del festival, quella di riflettere su cosa significa essere fuori posto, sentirsi fuori posto, giocare fuori posto, usare parole fuori posto” racconta Emilia Martinelli, direttrice artistica del Festival “La conclusione di tutti lavori è che anche ribaltando totalmente il proprio punto di vista, il proprio corpo, il proprio dire e agire, si sta comunque nel posto giusto. “Sono fuori pure io e sono comunque a posto” è la risposta dei circa 70 ragazzi coinvolti, ognuno con la sua peculiarità, ognuno con la sua differenza e la sua unicità”.

Tutte le classi degli Istituti coinvolti hanno ragionato su cosa significa essere e sentirsi fuori posto. Alcuni bambini della V elementare del I.C. Gandhi hanno ribadito i loro diritti e raccontato le loro emozioni quando si sentono fuori posto. I bimbi delle IV elementari hanno giocato ad inventare gesti nuovi. Con i ragazzi dell ‘I.I.S.S. Sibilla Aleramo si è lavorato sul mettere il proprio corpo fuori posto e rovesciare il proprio modo di stare nei movimenti per guardare e guardarsi da un nuovo punto di vista. I ragazzi della I Media dell’I.C. Perlasca hanno giocato con il mettersi fuori posto in maniera ironica, clownesca. Tutti i bambini e ragazzi alla fine del percorso sono arrivati alla conclusione che, anche se si è fuori posto e diversi, in realtà si è unici e quindi al posto giusto.

E questa conclusione l’hanno condivisa all’interno dello spettacolo collettivo IO SONO FUORI, TU SEI A POSTO? con il gruppo DANCEABILlTY ANCHE NOI dell’Opera Sante de Santis, con i Fuori Contesto e con la madrina della serata, la ballerina Erica Brindisi, danzatrice che con la performance tratta dal suo spettacolo di teatro-danza SMANIA DI VIVERE ha raccontato il confronto con i limiti della sua malattia, la sclerosi multipla.

10625045_1023867670961498_7491786895487466094_n

Erica Brindisi

I gesti, le parole, le immagini, i movimenti scelti dai ragazzi e dagli artisti si sono trasformati in un unico grande racconto corale per il pubblico del Centro Culturale Aldo Fabrizi che ha partecipato numeroso, lasciandosi coinvolgere dalle performance.

FUORI POSTO nasce nel 2013 e prende il via all’interno del Mercato di Valmelaina con l’intento di portare gli artisti, disabili e non, fuori dai soliti circuiti ed andare in strada con la voglia di attirare un pubblico di passanti frettolosi e indifferenti per trascinarlo in uno spettacolo che smuove, risveglia e invita a riflettere sul tema delle “differenze”. Nell’estate 2014 il festival diventa più grande, si svolge tra il mercato di Viale Stefanini e il Parco Andrea Campagna, ex Filippo Meda, dove arrivano compagnie da tutta Italia e artisti di fama internazionale come la ballerina, nata senza braccia, Simona Atzori.

Tutti i protagonisti delle giornate di festival sono uniti dalla voglia di essere nel “Fuori Posto” giusto ed anche il pubblico di passant i frettolosi è finalmente nel posto giusto, fuori dall’indifferenza.

11102905_1023867907628141_8178949967954156071_o

Danceability

IO SONO FUORI, TU SEI A POSTO?

Redazione
About The Author
-