Fiore della periferia romana, nata per “raccontare storie”Lorenza Fruci vive di passioni e di ironia.

Dalla penna del giornalismo, passando per la narrazione visiva, è approdata alla progettazione e alla comunicazione culturale.

Ha un debole per i linguaggi, per i quali ama definirsi studiosa (perchè topa da biblioteca non rendeva il giusto merito alla sua incontenibile curiosità).

Ai cattivi preferisce i buoni, ai problemi le soluzioni, ai conflitti la pace.

E’ femmina femmina e il suo motto è “… preferisco vivere”.

Lorenza Fruci

Lorenza Fruci, romana, è laureata in Scienze della Comunicazione presso l’Università La Sapienza di Roma, ha un master in Filmare l’Arte conseguito presso l’Accademia delle Belle Arti Roma, ha seguito il corso di Perfezionamento in Forme di governo e logiche decisionali femminili nella storia e nel presente della Scuola di Alta Formazione per Donne di Governo e il Corso Executive Governo della Luiss School of Government.

Progettista e comunicatrice culturale, studiosa di linguaggi, è consulente per istituzioni, associazioni, aziende e privati per l’ideazione, la progettazione, la strategia, lo sviluppo e il coordinamento di progetti culturali, di comunicazione, di formazione e di empowerment.

Tiene docenze, workshop e laboratori sulla documentazione, sullo storytelling, sulla comunicazione culturale, oltre che sull’immaginario e la rappresentazione del femminile, in ambito accademico e istituzionale (Università di Sassari, Link Campus University Roma, Università Roma Tre, Università La Sapienza Roma, Università Mediterranea di Reggio Calabria, Regione Lazio, Comune di Viterbo, Comune di Siena, Comune di Roma).

Dal 2019 ad oggi è la delegata del Campidoglio di Roma per le politiche di genere.

Dal 2019 al 2020 ha collaborato come coordinatrice progettuale e mentoring con l’Associazione Mecenate 90 e i Dipartimenti di Architettura e Filosofia, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre nell’ambito del progetto formativo Cantieri Creativi per studenti laureandi.

Dal 2018 al 2019 è stata responsabile di SMS MAG, il magazine on line del Complesso Museale Santa Maria della Scala Comune di Siena.

Giornalista dal 2008, si occupa di temi al femminile, cultura, arte, spettacolo, costume e società, collaborando con varie testate, istituzioni, associazioni, festival ed eventi (Rai, RSI Radiotelevisione svizzera, Artribune, Arabeschi, Medioera). Segue anche l’imprenditoria femminile, quella giovanile e le start-up. E’ chiamata spesso a ideare, coordinare e condurre talk su temi di donne, sul mondo dell’imprenditoria e quello del web.

Dal 2010 al 2018 è stata titolare della factory elleffe, con la quale ha ideato e realizzato progetti di comunicazione, editoria, giornalismo e cultura, creando contenuti e curandone la strategia di comunicazione, utilizzando i vari linguaggi del web e dei media tradizionali, lo storytelling e i principi della narratività. Nel 2015 è stata nominata coordinatrice della confederazione di PMI Impresa Donna CICAS.

Dal 2016 al 2017 è stata partner dell’associazione Arteprima, e del suo network professionale di progettazione culturale Cooltural Project, per la creazione di format di comunicazione con contenuti legati all’arte contemporanea per aziende e istituzioni. E’ stata responsabile di storytelling, fotonarrazione, documentazione creativa di progetti di produzione e comunicazione culturale, rigenerazione territoriale e riqualificazione delle periferie, attraverso i linguaggi e le pratiche dell’arte e degli artisti contemporanei di ricerca. 

Come comunicatrice ha collaborato con aziende, mettendo a disposizione il suo know-how per raccontare storie di impresa, realizzando testi, fotonarrazioni e videonarrazioni.

Ha pubblicato diversi saggi, racconti e biografie, ed è autrice di vari corti e documentari.

Fa incursioni nel mondo dell’arte, esponendo fotografie, video e testi creativi, ed è spesso presente in mostre collettive.